20 gennaio 2009

un pensiero per tutti i genitori in particolare per Paola

I figli sono la nostra speranza
in loro riponiamo la fiducia
le aspettative, i desideri
gli affetti e tutti i sentimenti più veri
li vediamo crescere e li difendiamo con amore
tutelandoli se possiamo da ogni timore
e mentre si forma il carattere di ognuno
sappiamo che spesso da noi sarà diverso
a volte addirittura non somiglia a nessuno
l’importante sarà avergli dato le ragioni
per capire e giudicare con intelligenza
quello che è giusto secondo coscienza
e noi saremo consapevoli al fine
che ogni figlio benché sia preso per mano
deve fare da solo il suo cammino

graziella 2009

17 commenti:

pat ha detto...

E' vero, ma che fatica lasciargli la mano!!!
un abbraccio Pat ilpostodellefavole

Paola ha detto...

Era tanto che non venivo a farvi visita con un mio scritto: ultimamente passo dai vari amici per non perdere quel che fanno o scrivono, ma sono sempre di premura, per un motivo o per l'altro...
Queste tue parole, Graziella, sono molto belle e molto veritiere.
Ma la Paola sono io? mi viene spontaneo pensare che ti riferisci a certi miei desideri espressi ultimamente... hai ragione, ognuno ha il proprio carattere, ed è giustissimo così, sono la prima a riconoscerlo....ma bisogna pur dire la nostra a questi nostri cari figli, sempre con delicatezza e senza mai strafare...poi l'ultima decisione, spetta esclusivamente a loro.
Ciao cara amica, e salutami anche Imma.

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

hai ragione bisogna dire sempre la nostra ai figli che spesso non ci capiscono , e quando ci si scontra , con loro è più faticoso trovare un accordo senza spezzare qualcosa !!
buona giornata cara Paola
Graziella

Claudia, Paola e Livia ha detto...

bellissime e soprattutto vere queste parole, ai nostri figli noi possiamo solo dare tutto il nostro amore e la nostra esperienza, ma alla fine decino con la loro testa!
Un bacione Paola

Cinzia ha detto...

Giusto essere vicini ai figli, dar loro consigli, ma è anche giusto lasciarli liberi nelle loro scelte.
Baci
Cinzia

Effeti ha detto...

Dare le dritte perchè imparino a camminare da soli rimanendo in disparte il giusto,ma essere sempre presenti,è molto difficile ,ma credo sia la strada giusta.

Arianna ha detto...

Parole sante! Ciao, Arianna!

PuntoCroce ha detto...

Bellissime le tue parole, è molto difficile essere genitori, si ha sempre paura di sbagliare, di non insegnare abbastanza, di essere troppo o troppo poco severi e, tra i mille dubbi e le incertezze i tuoi fagottini diventano adulti, ma per noi no, non lo saranno mai...
un abbraccio
maria rosa

stella ha detto...

Essere genitori è il mestiere più difficile del mondo... Comunque si sbaglia...in buona fede chiaramente!

gianlucio ha detto...

Mi ha fatto molto piacere il vostro commento, credo che non sia facile cogliere gli aspetti che legano la musica alla pittura, ma a voi viene spontaneo perchè avete una grande passione che ci accomuna,"l'arte" che
credo sia un qualcosa in più dell'aspetto della vita che ci circonda.
Ciaoooooo

gianlucio ha detto...

Dimenticavo....fantastico lavoro quello delle sfere del palio di Siena......un lavoro sicuramente impegnativo ma....dimostra la grande abilità di esecuzione.Bravissime.
Ciao a presto

i dolci di laura ha detto...

ma che bello il tuo blog! quanti lavoretti uno più bello dell'altro! :)

Lúcia Russo ha detto...

Hi,
Beautiful words, beautiful text.
Your blog is very nice and interesting.
Thank you for visiting me.
Bye and kisses,
Lúcia
www.fazemosdeconta.com

Paola ha detto...

E' giusto che sia così , anche noi ci siamo comportati allo stesso modo . Purtroppo molte cose si capiscono meglio quando si è adulti e ci si pente di non aver fatto tesoro dell'esperienza dei genitori che , se hanno dato un buon esempio , non hanno nulla da temere.
Un caro saluto
Paola

milena ha detto...

ciao ragazze è un piacere fare la vostra conoscenza,ho letto con attenzione lo scritto riguardo ai figli e credo sia difficilile essere dei buoni genitori.Pur facendo il possibile,sforfandosi di comprendere le differenze generazionali si sbaglia.Devono camminare da soli, specie se sono "grandi" ma se vedi che tuo figlio è sull'orlo del burrone che fai? lo trattieni o lo fai cadere?Quando è giusto e quando è sbagliato?bisogna lasciarli al loro destino, io sono una mamma presente ma sbaglio spesso per amore.Affettuosamente Milena A.

adamus ha detto...

Ciao è verissimo! i Nostri Figli sono la nostra continuità, ciò che gli insegniamo sarà un prezioso bagaglio per tutta la vita!
Vi auguro un bellissimo fine settimana!

PAOLA DECORARTE ha detto...

Bellissima questa frase! Mai stata più d'accordo con le ultime righe...
Ragazze, grazie per la visita al mio blog e x i complimenti, anche i vostri lavori però sono davvero molto belli! Complimenti!
Certo che mi farebbe piacere vedere il mio blog fra i vostri preferiti, grazie (scusate se vi ho risposto in ritardo, ma sono stata assente dal blog x malattia mia e della mia bimba!)
Anch'io, se me lo permettete, al più presto inserirò il vostro nel mio blog...
A presto e grazie ancora, ciao
Paola