19 aprile 2009

terremoto

Neppure un boato.
Soltanto un lungo tremore
che pare il rombo lontano di un trattore
tutto oscilla, si sposta si muove
e cade all’improvviso ogni cosa
intanto che ti stavi domandando cosa è stato
tutto è già crollato , il tetto, il suolo e ciò
che una casa aveva formato
schiacciati dai muri una volta tanto sicuri
tutti i beni in una vita accumulati
ma la cosa peggiore e più devastante
è che la vita stessa viene portata via
ed ha meno valore di un pilastro portante
che rimane in piedi come un cimelio
fra polvere, rovine e detriti.
Poi, per fortuna viene l’ora del coraggio
perché la vita deve proseguire
e si comincia con fatica e con tristezza
tutti insieme, a ricostruire

graziella 8 aprile 2009

3 commenti:

Dual ha detto...

Un saluto ed una buona domenica.Dual...

stella ha detto...

Che tristezza...

Lorena ha detto...

Grazie dell'affetto!